Quando i ritmi e le richieste della vita ci sottopongono a continue pressioni, possiamo trovarci a vivere in uno stato di costante tensione sia mentale sia muscolare. Allora può capitare che ci sentiamo sempre in ansia,  soffriamo di vari disturbi riconducibili allo stress o aggravati dallo stress (gastrite, tachicardia, pressione alta, insonnia, ecc.), possiamo avere l'impressione di stare  per esplodere da un momento all'altro o comunque ci accorgiamo di aver raggiunto un limite per  cui, se non interveniamo, ne va della nostra salute.

Molte ricerche scientifiche hanno dimostrano che in casi simili possono giovarci alcune pratiche meditative dette pratiche di mindfulness che, se coltivate correttamente e regolarmente, favoriscono il benessere psicologico, migliorano l'equilibrio tra mente, corpo e cuore, riducono stress, ansia e depressione, e determinano ricadute positive anche sulle stesse risposte fisiologiche alle condizioni stressanti.  Vediamo dunque brevemente di cosa si tratta.

Cos'è la Mindfulness


La mindfulness è uno  stato mentale,  un modo di prestare attenzione, un tipo di consapevolezza particolare dell’esperienza presente.

La mindfulness è presenza mentale arricchita da curiosità, assenza di giudizio, gentilezza, accettazione.

La mindfulness è stare nel presente permettendo alle cose di essere così come sono, e permettendo anche a noi stessi  di essere così come siamo, al di là delle lotte della mente contro  la realtà. 

Jon Kabat-Zinn,  ideatore del programma per la riduzione dello stress MBSR - Mindfulness-Based Stress Reduction, definisce la mindfulness come la consapevolezza che emerge ponendo attenzione allo svolgersi dell’esperienza momento per momento, in una maniera particolare, e cioè:

a) con intenzione;

b) nel presente;  

c) in modo non giudicante.

Questa definizione ha il pregio di riunire in un’unica formula due diversi aspetti di ciò che abitualmente si intende per mindfulness, e cioè un processo (il prestare attenzione in un certo modo, la mindfulness come pratica) e l’esito di questo processo (la mindfulness in quanto appunto consapevolezza).

Cosa la mindfulness non è

 

Per liberare il campo da possibili fraintendimenti, è utile anche chiarire cosa la mindfulness non è.

·    Lmindfulness non è fuga dalla realtà (al contrario, è essere saldamente radicati nella realtà);

·    la mindfulness non è una forma di trance (la mente mindful è infatti vigile e caratterizzata da lucidità e chiarezza);

·    la mindfulness non è una semplice tecnica di rilassamento;

·    la mindfulness non è sopportare passivamente quello che ci accade in nome dell’accettazione ;

·    la mindfulness non è misticismo (anzi è valorizzazione dell’unità mente-corpo);

     ·    la mindfulness non è provare solo emozioni piacevoli. 

Cosa sono le pratiche di mindfulness

 

Le pratiche di mindfulness traggono origine da antiche pratiche meditative buddhiste e vengono proposte  in ambito psicologico in una forma semplice e priva di implicazioni spirituali, al fine di aiutare le persone a relazionarsi meglio con le varie forme di disagio che, presto o tardi e ognuno a modo suo, tutti sperimentiamo.

Le pratiche consistono in esercizi di autoregolazione intenzionale dell’attenzione.

Alcune pratiche sono dette formali, in quanto si dedica ad esse un tempo prestabilito, si assumono determinate posizioni, si seguono precise indicazioni (per esempio: meditazione seduta sul respiro). Altre sono dette informali in quanto si praticano durante esperienze di vita quotidiana (es.mentre ci laviamo i denti).

Alcune pratiche si fanno stando fermi,  altre si praticano in movimento (es.mindful yoga).

 

Benefici

 

Molte ricerche scientifiche hanno dimostrato che tra gli effetti benefici della consapevolezza di tipo mindfulness, coltivata attraverso pratiche regolari, si registrano: miglioramento della fiducia in se stessi, riduzione di ansia, stress e depressione,  maggiore empatia, miglioramento nelle capacità di collaborazione e comunicazione, miglioramento  nelle capacità espressive e di relazione sociale e di coppia. La mindfulness si è rivelata inoltre efficace, anche in affiancamento ad altri trattamenti di natura medica o psicologica, per la riduzione della sofferenza associata a stati fisici dolorosi e di malattia e a condizioni esistenziali difficili (momenti di crisi, lutti, separazioni, ecc.), favorendo una condizione di maggiore serenità, padronanza delle emozioni e riduzione della quota di sofferenza emotiva generata dall’attività mentale.

Le pratiche di mindfulness sono inoltre indicate nei percorsi di benessere e crescita personale, centrati sull’imparare “come” prendersi cura di se stessi per giungere a condizioni di maggiore benessere ed equilibrio psicofisico.

I Programmi che PROPONGO IN BREVE


Mindfulness e Stress

 

Il primo e più famoso programma mindfulness-based è il Protocollo MBSR (Mindfulness-Based Stress Reduction), sviluppato a partire dal 1979 dal Prof. Jon Kabat-Zinn, presso l’Università di Worcester (Boston) Massachusetts. Il programma – come risulta da numerose ricerche scientifiche a livello internazionale – si è rivelato utile per affrontare molte problematiche connesse allo stress o causa di stress. E’ indicato quindi per tutte le condizioni di vita difficili, di breve o lunga durata.

Mindfulness e scuola

 

Imparare ad essere (consapevolezza di sé); imparare a vivere insieme; imparare a conoscere; imparare a fare,  sono le quattro aree tematiche che il Progetto Gaia,  sostenuto dall’UNESCO e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, sviluppa nelle varie versioni per la scuola del  Protocollo PMP (Protocollo di Mindfulness Psicosomatica), coniugando momenti di pratica, di espressione e di condivisione a momenti di teoria sostenuti da efficaci video didattici.

Mindfulness e Psicosomatica

 

Nel Protocollo PMP (Protocollo di Mindfulness Psicosomatica), sviluppato dall’Istituto di Psicosomatica PNEI dell’A.p.S. Villaggio Globale di Bagni di Lucca, il lavoro sull’unità mente-corpo (centrale in tutti i protocolli mindfulness-based) è declinato con un’attenzione particolare al disagio emotivo che si esprime attraverso il corpo, sotto forma di tensione, contratture, blocchi.

Mindfulness e alimentazione

 

Il protocollo MB-EAT (Mindfulness-Based Eating Awereness Training) è indicato per chi soffre della cosiddetta “fame nervosa”. E’ infatti un percorso di psicoeducazione alimentare e riabilitazione del comportamento alimentare per persone con comportamenti disfunzionali, come  alimentazione selettiva, fame emotiva, sovra-alimentazione o scarsa consapevolezza alimentare.


mindfulness: PROSSIME ATTIVITA'


PROGRAMMA MBSR

Mindfulness-Based Stress Reduction

OGNI LUNEDI IN ORARIO 17:00/19:30

DAL 29 OTTOBRE AL 17 DICEMBRE

 

Conduce gli incontri: Maria Michela Aliero

 

Per informazioni e prenotazioni:

                                                                                                                            388.8257088 - psicologa.altiero@gmail.com

 

 Leggi di più sul programma per la riduzione dello stress

 

MBSR (Mindfulness-Based Stress Reduction)

dal blog "Ciò che si muove non congela":



Mindfulness: la chiave per la riduzione dello stress

 

La mindfulness è uno stato mentale. È la consapevolezza che emerge dal prestare attenzione intenzionalmente, momento per momento, allo svolgersi dell'esperienza presente così com'è,

...  Leggi di più sul blog

Ispirazioni di fine anno e pratiche informali di consapevolezza per la vita quotidiana

 

1.Quando è possibile, fare una cosa alla volta.

2.Prestare completa attenzione a quello che si sta facendo

3.Quando la mente si distrae da ciò che si sta facendo,...  

Leggi di più sul blog

Essere semplicemente presenti (come un portinaio...)

 

Una cosa che può infastidirci nei rapporti con le persone della nostra vita è l'incapacità di starci accanto, quando abbiamo un problema, senza fare a tutti i costi... qualcosa. 

In certi casi, infatti...

Leggi di più sul blog

Mindfulness Psicosomatica. Il gruppo nato oggi

 

Oggi si è riunito per la prima volta, a Torre del Greco, il primo gruppo da me condotto nell'ambito del Progetto Benessere Globale - Gaia  .

Spero di riuscire a pubblicare questo post  prima di mezzanotte (pur avendo cominciato ....   Leggi di più sul blog

Mindfulness. Un pasto consapevole in un giorno di raffreddore

 

Da che la mindfulness è entrata nella mia vita, mi piace molto la mattina alzarmi dal letto e dirigermi verso un pasto consapevole.

Se ho deciso di portare più consapevolezza nella mia vita...  

Leggi di più sul blog

EVENTI IN PROGRAMMA: MINDFULNESS PSICOSOMATICA - PROGETTO BENESSERE GLOBALE - GAIA. Un programma di educazione alla consapevolezza globale

 

Cari amici,

eccoci di nuovo insieme dopo un mese di silenzio.

Potreste avermi immaginata in vacanza ...   Leggi di più sul blog